Passi nell’Avvento – La gioia spirituale

“questa mia gioia è piena. Lui deve crescere; io, invece, diminuire’”

 

A commento del brano Evangelico di questa domenica, 5^ di Avvento, leggevo: “Nella figura di Giovanni, accanto ad una estrema violenza, [si trova] una estrema dolcezza. Egli è l’uomo della violenza più grande e della dolcezza più grande! Della più grande violenza, perché è l’uomo che ha sentito la santità di Dio e quindi ha acutissimo senso del peccato e della penitenza: l’uomo della grande purificazione. Ma allo stesso tempo, l’uomo della grande gioia, della grande dolcezza! D’altra parte, purificazione e gioia si accompagnano sempre.”

 

Giovanni Battista ha la gioia di vedere accettata la sua testimonianza, vale a dire che quelli che erano stati i suoi discepoli riconoscono ora Gesù. Egli ha preparato la via e ora i discepoli iniziati da lui riconoscono Gesù. Giovanni Battista lo indica loro come l’Agnello di Dio. Questa è la sua gioia: vedere la sposa trovare lo Sposo. Non desidera altro. Non desidera che una cosa sola: condurre le anime al Cristo, e che le anime trovino Lui! Allora il suo gaudio è perfetto. È perfetto quando i discepoli lo abbandonano per seguire Gesù. Non attendeva altro che questo. È colui che prepara le vie al Signore. Non vuole riservare a sé le anime. Non intende legare a sé le anime, ma unicamente legarle a Gesù. Scompare davanti a Gesù per lasciarle con lo Sposo, col Cristo, ed essere colui che ha preparato la via.

Bisogna ricordarlo soprattutto come l’uomo il cui amore si manifesta in zelo disinteressato, cioè non nel godimento della presenza ma nell’assoluta fedeltà a compiere la sua missione, e così condurre le anime al Cristo. Ecco la caratteristica del suo amore. Questo amore consiste nel volere che il Cristo gioisca perché le anime vanno a Lui. Questa veramente la Sua sete! E questo cerca Giovanni. Egli dunque pone la sua gioia più nel far godere il Cristo che nel godere del Cristo. Giovanni, profeta della gioia, ci insegnaci a rimanere concentrati sul nostro Sposo per poter testimoniare con la nostra vita che non c’è amore più grande – e quindi gioia più grande – che dare la nostra vita per coloro che amiamo.

Post a Comment

#SEGUICI SU INSTAGRAM